Andria: Premio Bio, kermesse mondiale dell’olio biologico

Premio Biol, da lunedì ad Andria
la kermesse mondiale dell’olio biologico

Con oltre 370 oli in concorso questa XIV edizione segna il record di iscrizioni.

Fino al 24 corsi, convegni, workshop, degustazioni e l’inaugurazione del BiolMuseo dell’Olio di Oliva “Terre di Traiano”. Il tutto all’insegna dell’alleanza fra produttori del Mediterraneo

Tutto pronto per il XIV Premio internazionale Biol, il maggior riconoscimento nel settore dell’olivicoltura biologica che pone, come ormai da tradizione, l’Italia e la Puglia al centro dello scenario mondiale del settore. La nuova edizione, in programma dal 20 al 24 aprile, sancisce il ritorno dell’evento ad Andria, epicentro olivicolo di livello mondiale, e segna il record di iscrizioni degli oli: ben 370 (l’anno scorso circa 300), provenienti da 18 paesi: oltre l’Italia, Arabia Saudita, Albania, Argentina, Australia, Cile, Croazia, Egitto, Grecia, Israele, Nuova Zelanda, Palestina, Portogallo, Spagna, Tunisia, Turchia e due nuovi ingressi: Giordania e Slovenia. Insomma, una autentica summa del patrimonio di biodiversità olivicola del pianeta. In parallelo l’organizzazione tecnica del CiBi ha allestito un programma ricco di iniziative all’insegna del rafforzamento della rete di alleanze tra i produttori del Mediterraneo. “Quest’anno si punta a costruire un nuovo sistema di relazioni – spiega il coordinatore Biol Nino Paparella – tra i produttori del Mare Nostrum che, con la consapevolezza che la guerra dei prezzi fa male a tutti, decidano di cooperare per accrescere la domanda di prodotto sia sui mercati interni (anche degli stessi paesi produttori) sia esterni, dei paesi che non ancora riescono a coltivare olivo e produrre olio extravergine. Un movimento che parte dal prodotto biologico per gli intimi legami esistenti tra olio di oliva e salute, e tra coltivazione e difesa dell’ambiente”. Dunque, il programma: lunedì 20, prologo tecnico con il corso internazionale per assaggiatori di olio vergine di oliva, caratterizzato da uno stage sul Manuale di Gestione della Qualità del prodotto Biologico (fino al 24, ore 9.30-17, nella sede Oliveti d’Italia in via Murge 57). Martedì 21, convegno internazionale su competizione e cooperazione tra i produttori del Mediterraneo (sala del Consiglio Comunale, ore 10.30-13); interverranno fra gli altri l’assessore regionale alle Risorse agroalimentari Enzo Russo, il direttore dello Iamb Cosimo Lacirignola, il presidente Cia e del Comitato Mediterraneo Fipa Giuseppe Politi e il sindaco di Andria Vincenzo Zaccaro. L’iniziativa rientra nel progetto comunitario BiolMed, teso a creare di un network olivicolo transnazionale con partner italiani, spagnoli, maltesi, greci e croati. Nel pomeriggio (ore 14.30-18, Oliveti d’Italia) workshop tra produttori di vari paesi “Per una alleanza dei produttori del Mediterraneo”, che sfocerà nella firma del protocollo di cooperazione. Alle 20.30 inaugurazione della mostra degli oli Biol “Un mondo di olio”, con laboratorio di degustazione e musica nello scenografico Chiostro San Francesco (fino al 23 aprile, ore 17-21). Mercoledì 22, al Castel del Monte Park Hotel (S.p. 234 km 17) prendono il via i lavori della Giuria internazionale degli assaggiatori (I sessione ore 9-17; II sessione ore 9.30-13 del giorno dopo), che durante la mattinata ospiteranno il BiolKids, ossia la Giuria dei Bambini delle scuole primarie di Andria (ore 10-12) curato dall’Acu nell’ambito delle politiche per i consumatori finanziate dalla Regione Puglia. Alle 17, inaugurazione del BiolMuseo dell’Olio di Oliva “Terre di Traiano” (Contrada Torre di Bocca, S.p. 12 km 13,2; mappa su www.terreditraiano.it) con donazioni di oggetti per il museo consegnati dai produttori del Mediterraneo. A seguire, alle 21, cena di Gala (chef Piero Zito). Giovedì 23, lavori giurie BioIPack e BiolEthic (h. 15.30, Chiostro di San Francesco). Venerdì 24 cerimonia conclusiva (h. 11, sala del Consiglio comunale) che lancerà il testimone al BiolFish, progetto internazionale sulla pesca e acquacoltura sostenibile, la cui seconda edizione si terrà a giugno a Monopoli all’insegna del binomio tra olio e pesce bio. Sotto il profilo concorsuale, esaurite le preselezioni territoriali svoltesi in varie regioni italiane e all’estero, durante la kermesse la giuria assegnerà i premi al migliore olio biologico dell’anno, il “Biolpack”, il “Biolblended” e vari riconoscimenti speciali e territoriali. Il Premio Biol (www.premiobiol.it) è patrocinato da Ifoam e Ministero delle Politiche Agricole, e si svolge in collaborazione con enti locali e vari organismi di settore tra cui Regione Puglia, Camera di Commercio di Bari, Città di Andria, Comune di Monopoli, Aiab Puglia, Iamb, Icea – Istituto Certificazione Etica e Ambientale, Consorzio Puglia Natura. Preleva il programma cliccando qui! C.I.Bi.– Consorzio Italiano per il Biologico
Via O. Serena, 37 – 70126 Bari (Italy) – Tel./fax +39 080 5582512(4) – e-mail:
info@premiobiol.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *