Grande Romanzo Collettivo SIC

Tra Facebook e open source, tra Wu Ming e don Milani, tra memoria e futuro: il movimento SIC apre le iscrizioni al primo romanzo a 200 mani della storia della narrativa.

Al via il Grande Romanzo Collettivo SIC

Un grande romanzo collettivo a 200 mani, il più grande della storia della narrativa mondiale, scritto da autori reclutati su Internet. È questa la sfida lanciata da SIC – Scrittura Industriale Collettiva, sigla che nasconde un innovativo metodo di scrittura di gruppo e la community che lo utilizza. Un vero e proprio movimento, nato dalle menti di Vanni Santoni (romanziere anche “individuale”, recente la pubblicazione de “Gli interessi in comune” per Feltrinelli) e Gregorio Magini (scrittore e autore di uno studio accademico sul tema della scrittura collaborativa) e arrivato a contare centinaia di scrittori.

Presentato per la prima volta alla Fiera Internazionale del Libro di Torino, il movimento SIC ha già pubblicato vari racconti e un romanzo breve, ma oggi alza la posta, e tramite il suo Facebook e il sito www.scritturacollettiva.org lancia il progetto di un romanzo a 200 mani, che unirà il processo collettivo più antico che ci sia, quello della memoria, e quello, recentissimo, della scrittura collettiva via Internet. Il grande romanzo sarà infatti ambientato nell’Italia degli anni 1943-’45 e il soggetto di partenza verrà scritto basandosi sugli aneddoti raccolti e inviati dagli stessi partecipanti.
Iscrizioni, aperte a tutti e gratuite, dal 20 febbraio al 2 aprile 2009.

Per informazioni e iscrizioni è possibile consultare il sito www.scritturacollettiva.org o scrivere a sic@scritturacollettiva.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *