La comunicazione nell’era dell’ascolto globale

70 anni di Grande Fratello: reputazione e cronaca nell’era dell’ascolto globale

Al via la collaborazione tra L’Eco della Stampa e Ferpi con un evento che vuole fare luce sui cambiamenti nel mondo della comunicazione
15 ottobre, ore 17.00, Terrazza Martini (MI) – In occasione della ricorrenza della stesura da parte di George Orwell del romanzo “1984” lunedì 15 ottobre, alle ore 17.00, si terrà il primo incontro figlio della collaborazione tra L’Eco della Stampa– azienda leader in Italia e punto di riferimento internazionale della Media Intelligence– e Ferpi – Federazione Relazioni Pubbliche Italiana

1984 di Orwell è ambientato in uno dei periodi di massima rivoluzione per la comunicazione: quando radio e televisione entrarono per la prima volta nelle case delle persone. 


Sul finire del secolo, però, siamo stati protagonisti di una nuova rivoluzione del mondo della comunicazione: l’avvento di internet – e poi dei social network – ha sconvolto le carte in tavola amplificando la possibilità di trasmettere contenuti liberi da costrizioni e abbattendo di fatto l’asimmetricità che ancora caratterizzava mezzi (seppur di massa) come radio e tv. 


Infatti, grazie ai nuovi mezzi, ogni individuo ha avuto la possibilità di diventare un piccolo giornalista e un piccolo editore. E così la comunicazione, nell’arco degli ultimi anni, si è trasformata in una conversazione multipolare.


Come si è adattato il mondo dei professionisti della comunicazione a questa rivoluzione? E, soprattutto, è riuscito a comprendere e cogliere il cambiamento in tutti i suoi aspetti?


Nel corso dell’incontro si cercherà di dare una risposta a queste domande guardando ad altri campi della conoscenza e dell’agire umano. Saranno infatti protagonisti alcuni non-professionistidella comunicazione. Persone che fanno lavori per i quali dover raccontare e interpretare il mondo ha valore tanto quanto ne ha per chi lavora nella comunicazione, ma in una prospettiva completamente diversa. 


InterverrannoRuben Oddenino, chirurgo plastico;Silvio Bulgariscultore;Elisa Bryner, fotografa;Gabriele Mamotti, violoncellista;Giuseppe Calabreseimprenditore della sicurezza. 
È infine giuntala conferma della partecipazionediLivia Pomodoroex presidente del Tribunale di Milano epresidente dell’Accademia di Brera.


Questi professionisti parleranno di tecniche e loci tipici delle professioni della comunicazione: crisis management, scelta di un messaggio caratterizzante e distintivo, gestione delle personalità degli executive, orchestrazione di tutte le risorse dell’organizzazione, interne ed esterne, per dare voce al messaggio; presentandole sotto una luce nuova e inedita.


Per registrarsi all’evento: 
www.eventbrite.it/e/biglietti-70-anni-di-grande-fratello-reputazione-e-cronaca-nellera-dellascolto-globale-50533135970

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *