Riparte la stagione teatrale de “Lo Spazio” a Roma.

                                               
Il 25 Aprile, al teatro romano “Lo Spazio”, fedele nell’ambientazione e non solo ad un’atmosfera rilassata ed alternativa, si è tenuta la presentazione della nuova stagione teatrale 2013/2014.Grande protagonista Enzo Iacchetti che tra gag e momenti ironici presenta il suo “diversamente musical” su Erika e Omar, spettacolo che non lascerà indifferenti spettatori e critica.
Ospite d’onore, Iacchetti ha presentato il suo ultimo lavoro da regista dal titolo “ è tutto uno show – Come Erika e Omar”e la prima romana dello spettacolo su Giorgio Gaber, arrivata alla 47esima replica. Lo spettacolo sul cantante milanese che andrà in scena dall’8 al 27 Aprile, nasce dopo varie richieste di portare sul palcoscenico qualcosa che potesse dare merito sia all’artista che all’uomo. Iacchetti si era sempre posto in modo reticente proprio per il grande rispetto nei confronti del cantante e della famiglia, fino a quando nel 2010 arriva l’idea di fare un cd con le canzoni che avevano reso celebre Gaber. Non il solito collage di pezzi famosi, ma al contrario, una rivisitazione di undici brani, arricchita e a volte stravolta, da arrangiamenti e contaminazioni estratte da quarantuno canzoni di artisti che spaziano da Zucchero a Jovanotti. Lo show di E. Iacchetti e G. Centamore si arricchirà di 4 musicisti immersi nelle scenografie di Marco Lodola.
Il secondo spettacolo che andrà in scena dal 6 Maggio al 1 Giugno ha tutto un altro tono e tratta del massacro di Noviligure. Lo stesso Iacchetti afferma: – susciterà polemiche tra i retorici e i bigotti ed è anche per questo che per il suo debutto ho scelto un teatro come “Lo Spazio”. – Lo show ribattezzato dal regista un “diversamente musical” si basa su un testo di Tobia Rossi con le musiche rock e dure di Francesco Lori. È una black comedy grottesca incentrata non sull’avvenimento drammatico di per sé, ma sul clamore mediatico che scaturisce ogni qualvolta succede un evento tragico. Si prendono in giro quindi i mass media, rei di spettacolarizzare il dolore e di innalzare la figura del carnefice a protagonista di trasmissioni televisive che sempre più spopolano nelle programmazioni tv. Si punta il dito anche contro le persone che alimentano il loro vouierismo  sfacciato dirigendosi sui luoghi dei massacri, riducendo il tutto a un becero business e alla voglia di apparire. Ciò sarà ricostruito in una città di fantasia dal nome Santa Serena. Gli spettatori diventeranno i cittadini del paese immaginario a cui farà capo un sindaco di stampo leghista.   
Presenti alla conferenza altri nomi di spicco come Roberto Herlitzka che dirige e interpreta lo spettacolo “Ex Amleto” in scena dall’ 1 al 6 Ottobre, lo spettacolo “Domestica” ideato e diretto da Juan Diego Puerta Lopez in programmazione dal 5 al 17 Novembre, mentre dal 18 al 24 Novembre Paolo Triestino dirigerà e interpreterà “Il Custode”, dal 3 al 15 Dicembre Ferdinando Imposimato e Ulderico Pesce proporranno “Moro: i 55 giorni che hanno cambiato l’Italia” e molti altri ancora….


(a cura di CLARA PELLEGRINO )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *