EMERGENZA SIRIA. GRANDE FESTA DI TANGO ARGENTINO PER RACCOGLIERE FONDI

Giovedì 26 settembre 2013, ore 22.00, a Roma, presso Il Salone delle Fontane attesi appassionati e professionisti da tutta Italia
EMERGENZA SIRIA : UNA GRANDE FESTA DI TANGO ARGENTINO PER RACCOGLIERE FONDI
L’Intero ricavato della serata sarà devoluto per sostenere le attività di Medici senza Frontiere in Siria
Il mondo del  tango argentino a Roma si mobilita per la Siria. Giovedì 26 settembre 2013 ore 22.00, presso il Salone delle Fontane, via Ciro il Grande 10, si terrà una grande festa di raccolta fondi per sostenere le attività di “Medici senza Frontiere” in Siria. Attesi da tutta Italia appassionati e professionisti del ballo che l’Unesco ha sancito patrimonio dell’Umanità.
L’intero ricavato degli ingressi alla milonga, oltre a donazioni spontanee verrà destinato alle equipe mediche di MSF che lavorano in cinque ospedali del nord della Siria, in aree controllate dai gruppi armati dell’opposizione. Nonostante le continue richieste, MSF non ha ancora ricevuto l’autorizzazione da parte del governo siriano a entrare nelle aree controllate dal governo per fornirvi assistenza medica. Le équipe mediche forniscono cure d’emergenza, chirurgia e assistenza materno-infantile. Tra giugno 2012 e giugno 2013, le équipe di MSF hanno effettuato oltre 57mila visite ed eseguito poco più di 2900 interventi chirurgici.
Una serata  che coniuga la passione e la festa del tango argentino con l’impegno umanitario, e vedrà in consolle i DJ più rappresentativi della scena del tango nazionale che per l’occasione metteranno a disposizione gratuitamente il proprio talento: Mauro Berardi, Stefania Tormenta Panucci, Francesco Juan Ritrovato, Giuseppe Summa, Manuele Marconi, Antonio Lalli, Andy Mocellin Cassina, Lino Ponticelli, Carlo Paolantoni.  La stilista Agnieska Lewicka della maison Tango-Mode preparerà un vestito dedicato all’evento il cui ricavato della vendita sarà devoluto a MSF.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *