Settemari: il progetto #storyteller diventa una case history /libro Hoepli

IL PROGETTO #SETTEMARISTORYTELLER
TRA LE CASE HISTORIES VINCENTI DEL LIBRO
“VIDEO MARKETING” EDITO DA HOEPLI

Intervista alla marketing manager Chantal Bernini
Torino, ottobre 2018 – Dopo essere rientrata nei casi esemplari del workshop Visual Storytelling Day,l’operazione in chiave social #SettemaryStoryteller si mette nuovamente in evidenza con la presenza di un’intervista a Chantal Berninimarketing manager di Settemari, nel libro “Video Marketing – Come utilizzare i video per promuovere prodotti e oggetti”, recentemente pubblicato da Hoepli e curato da Massimo Turco, esperto di web e di video marketing.
Il volume – che si rivolge a professionisti, imprenditori e aziende che vogliono creare in autonomia video funzionali alle loro attività di marketing e comunicazione – ha dedicato un intero capitolo alla case history firmata Settemari, focalizzando l’attenzione, attraverso l’intervista alla marketing manager, su come l’utilizzo strategico del video storytelling sia uno strumento di grande efficacia in ambito turistico per la crescita della community social, il rafforzamento del suo senso di appartenenza e la promozione dei tratti caratteristici dell’offerta.
Grande soddisfazione per tutta l’azienda e in particolare per la divisione marketing, ideatrice di questo progetto innovativo e unicoparticolarmente apprezzato anche dalla clientela ospite dei SettemariClubche, nel corso dell’estate, ha più volte sottolineato la gratificazione di far parte di un racconto corale e coinvolgente della propria vacanza.
Mi è piaciuta l’iniziativa di Settemari perché utilizza il video uscendo da uno standard di comunicazione.Molte aziende lo utilizzano unicamente per mostrare le strutture impacchettando l’esperienza in un cliché visuale già visto, trito e ritrito. Con #SettemariStoryteller invece si respira direttamente l’esperienza del viaggio e della location tirando dentro a livello quasi sensoriale lo spettatore. Mi ha colpito, inoltre, la percezione di una grande organizzazione dove ogni aspetto è curato e contemporaneamente genuino. L’innovazione di questo progetto, a mio avviso, sta non nell’adattare la comunicazione a un format preimpostato ma nel cogliere e trasmettere senza troppe mediazioni gli aspetti essenziali e importanti di chi vive l’esperienza“, ha commentato Massimo Turco, autore del libro “Video Marketing”.


www.CorrieredelWeb.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *