Da errore a sogno: le Dream Bag della Gargiulo Leather Srl

Lancio a Natale in Reggia, nella maestosa Stanza del Re, dimora dei Borbone a Portici





Un sogno da un errore
È questa la straordinaria capacità di Barbara Gargiulo, imprenditrice della Gargiulo Leather srlmedia impresa artigianale conosciuta anche all’estero, insieme al fratello Carmine
“Dream bag”, la nuova linea brevettata lanciata a Natale in Reggia nei giorni 8, 9 10 dicembre a Portici, nella storica dimora borbonica risalente al 1738, sita in Via Università 100-101, nasce infatti senza alcuna volontà: pezzo dopo pezzo, fiocco dopo fiocco, colore dopo colore, richiamando quelli di Napoli, città in cui innovazione e tradizione si sposano perfettamente coi valori dell’azienda. 

Una borsa portatutto che lascia spazio all’immaginazione, caratteristica tipica dei giovani, di cui si sono attorniati i due fratelli, perché adatta ad ogni uso, dati i colori naturali usati. 


Un know-how traferitosi di padre in figlio, a cui si sommano l’entusiasmo e le capacità artistiche, progettuali, manageriali. 



Carattere distintivo: la manualità. 
Materia prima adottata: la pelle.



L’intervista ai suoi protagonisti.


La Gargiulo Leather Srl è conosciuta nel mondo. 
Come crede verrà accettata questa sua nuova linea e perché crede nel suo successo? 
È quanto emerge nel video di presentazione, in cui trasmette così tanto entusiasmo. 

Credo in questa linea perché la Gargiulo Leather si sta affacciando su nuovi orizzonti, che fanno parte del mercato del design, della moda, non solo nel settore dell’abbigliamento ma anche in quello degli arredi, quindi creare un accessorio non solo da indossare ma anche utile per abbellire un posto, una location, con lo scopo di passare da una segmentazione medio-alta ad una di lusso.

È  la prima volta che un prodotto nasce da un’ “incidente di percorso”? 
Le sembra un po’ la storia della nascita del post-it? 

Sì. A me ricorda invece Luisa Spagnoli, che, quando inventa il Bacio Perugina, inizialmente lo chiamò “cazzotto”, poi divenuto invece il famoso prodotto che tutti conosciamo.

Lei ha citato una frase del famoso creatore di Walt Disney
Ne avrebbe un’altra, sua, per incoraggiare i giovani a fare propri i sogni che hanno? 

Sì, io sono una fanatica di Rocky Balboa e paradossalmeente dico sempre, a chiunque :”Fin quando non senti il suono della campana, devi combattere sul ring, non devi mai mollare”; ancora non ho sentito il suono della campana.

Due fratelli, soci di un’azienda artigianale. 
Come vive il rapporto familiare e quello professionale? 
Qual è il valore aggiunto che entrambi apportate in quanto legati da tale vincolo? 

Il bene che ci accomuna si solidifica ancora di più perché nonostante ci sono a volte le divergenze caratteriali, superate proprio grazie a tale affetto. Dopo è ancora più bello coalizzarsi e creare quel quid in più rispetto a due estranei. Ovviamente ora con il “rinforzo” del terzo fratello subentrato, c’è tutta la famiglia, che  quella che non abbandona mai (n.d.r.: la Gargiulo Leather S.r.l. fonde le grandi abilità di Antonio Gargiulo, che vanta un’esperienza quarantennale nel settore, con moderni sistemi di produzione, più sistematici e funzionali insieme ad uno staff variegato, dinamico e professionale, garantendo all’azienda un prodotto di assoluta eccellenza nel panorama conciario).

Quali emozioni prova nel condividere con sua sorella questo momento così importante tanto per lei quanto per la Gargiulo Leather Srl? 

Sono emozioni inestimabili perché è sempre una cooperazione: io dietro, mia sorella avanti, ma non ci sarebbe l’uno senza l’altro e viceversa, sono due sostanze che devono coesistere e compensarsi. Solo insieme, acquisiscono la vera importanza del loro valore.

In quali Stati è conosciuta la vostra attività imprenditoriale? 


Sul territorio nazionale italiano, e in varie parti dell’Europa, Russia; inoltre, organizziamo fiere a Hong Kong, New York e Shanghai.
Lidia Ianuario

www.corrieredelweb.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *